8 marzo: si festeggia la Giornata internazionale della donna.

Abbiamo pensato quindi di proporvi una raccolta di 15 libri, più uno bonus, per parlare di donne a tutte le età, per crescere adulti più rispettosi e inclusivi.

 

Sotto i 6 anni

Keith Negley, Mary si veste come le pare

Il libro racconta la storia di Mary Edwards Walker, una chirurga, sostenitrice dei diritti delle donne, abolizionista e spia. Lo scandalo più grande? Indossava i pantaloni. Una storia che racconta di indipendenza e di scelte controcorrente!
Puoi trovare Mary si veste come le pare a questo link!

 

Susanna Isern, Gòmez, Daniela la pirata

Daniela sogna di essere una pirata nella ciurma del Caimano Nero, ma il capitano della nave non è molto d’accordo: fare il pirata è una cosa da maschi. Daniela ci insegna che, da grande, puoi fare ed essere qualsiasi cosa desideri.
Puoi trovare Daniela la pirata a questo link!

 

Randy Cecil e James Howe, Brontorina

Brontorina è un dinosauro che vuole fare la ballerina. Ma, una volta arrivata nella scuola di danza, si accorge di essere troppo grossa! Ma forse… non è l’aula della scuola di danza che è troppo piccola per lei? Una storia di inclusione e di diversità!
Puoi trovare Brontorina a questo link!

 

Serena Ballista e Paola Formica, Mimosa in fuga

Mimì è una piccola mimosa che, stanca di essere trattata come un regalo e di non essere ricordata come simbolo della storia femminista, la mattina di un 8 marzo decide di scappare. L’incontro con una bambina le ricorderà il suo scopo: valorizzare il passato per costruire un presente e un futuro migliore.
Puoi trovare Mimosa in fuga a questo link!

Dai 7 ai 13 anni

Francesca Cavallo e Elena Favilli,
Storie della buonanotte per bambine ribelli

Una raccolta di vite di donne che hanno cambiato la storia. Scienziate, astronauti, artiste, attiviste, scrittrici… per ricordare a tutte le bambine e le ragazze che nella vita si può essere quello che si vuole e che le donne cambiano, sempre, la storia.
Dopo il successo del primo libro, le autrici hanno scritto anche Storie della buonanotte per bambine ribelli 2, con altre cento nuove storie, e 100 donne migranti che hanno cambiato il mondo.
Puoi trovare Storie della buonanotte per bambine ribelli a questo link!

 

Vichi De Marchi, Roberta Fulci,
Ragazze con i numeri. Storie, passioni e sogni di 15 scienziate

Altre storie di vita, questa volta però nel mondo della scienza, un mondo che molto spesso, in passato e nel presente, ha dato meriti agli uomini, togliendoli alle donne. Un esempio delle scienziate raccontate del libro? Rita Levi Montalcini.
Puoi trovare Ragazze con i numeri a questo link!

 

Micol Cossali, Giulia Mirandola, Mara Rossi,
Libere e sovrane. Le donne che hanno fatto la Costituzione

La storia delle donne che hanno fatto l’Italia e che, accanto ai padri della Costituzione, hanno contribuito a scrivere le basi della storia della nostra nazione. Il libro è arricchito dalla revisione scientifica di Maria Teresa Morelli, storica della Sis – Società Italiana delle Storiche.
Puoi trovare Libere e sovrane a questo link!

Dai 14 ai 18 anni

Marina Pierri, Maura Gancitano, Eroine. Come i personaggi delle serie TV possono aiutarci a fiorire

Guardare le serie tv non è più un hobby, ma un vero e proprio spunto di riflessione. In questa raccolta Marina Pierri analizza gli archetipi delle eroine delle più famose serie tv, come quelle di Skam Italia, per parlare della percezione di tematiche sociali, scientifiche, politiche e relazionali.
Puoi trovare Eroine a questo link!

 

Giulia Blasi, Manuale per ragazze rivoluzionarie

La situazione delle donne in occidente è molto migliorata, soprattutto nell’ultimo secolo. Tuttavia, il lavoro da fare c’è, ed è ancora tanto. Giulia Blasi, in questo libro, analizza la realtà e ci propone alcuni accorgimenti per vivere una quotidianità sempre più rispettosa della donna e di tutti gli esseri umani.
Puoi trovare Manuale per ragazze rivoluzionarie a questo link!

Per gli adulti

Joni Seager, L’Atlante delle donne

Se amate la visualizzazione grafica dei dati o le statistiche, questo è il libro che fa per voi. Joni Seager analizza vari aspetti della vita della donna, dall’istruzione alla salute, passando per possedimenti e lavoro, attraverso un’analisi di dati raccolti in tutti i paesi del mondo. Un buono specchietto per ricordarci che, in tanti ambiti, ci sono ancora dei passi da fare.
Puoi trovare L’Atlante delle donne a questo link!

 

Michela Murgia, Stai zitta

Carolina Picchio ha lasciato al mondo questa frase “Le parole fanno più male delle botte”. Michela Murgia ci ricorda con questo libro che ci sono alcune frasi che ormai non ci toccano quasi più, perché le sentiamo così spesso da esserne assuefatte; queste frasi però, scavano a fondo, giustificano e sostengono una superiorità maschile e ci pongono di fronte ad alcune domande: perché una donna con figli che va nello spazio diventa una Astromamma e un uomo che va nello spazio rimane un astronauta?
Puoi trovare Stai zitta a questo link!

 

Caroline Criado Perez, Invisibili. Come il nostro mondo ignora le donne in ogni campo. Dati alla mano

In Invisibili, Caroline Criado Perez analizza il mondo e le dinamiche con cui è costruito, per ribadire come gli ambienti stessi in cui viviamo sono a favore del 50% maschile della popolazione. Lo sapevi che la temperatura standard degli uffici è basata su quella consigliata per il corpo maschile? O che la dimensione degli smartphone è tarata sulla misura media della mano di un uomo adulto?
Puoi trovare Invisibili a questo link!

 

Chimamanda Ngozi Adichie, Cara Ijeawele. Quindici consigli per crescere una bambina femminista

Chimamanda Ngozi Adichie è una scrittrice nigeriana che da sempre si è distinta per una rappresentazione particolare della figura della donna nei suoi romanzi. In Cara Ijeawele cerca di proporre un modo per crescere bambini e bambine femministi, sin dalla giovane età.
Puoi trovare Cara Ijeawele a questo link!

 

Chimamanda Ngozi Adichie,
Dovremmo essere tutti femministi

Questo libro della Adichie è, invece, la trascrizione adattata di una sua conferenza TED, sull’universalità del femminismo. Alcuni momenti del suo speech sono stati campionati da Beyoncé nel brano Flawless.
Puoi trovare Dovremmo essere tutti femministi a questo link!

 

Lorenzo Gasparrini, Non sono sessista, ma… Il sessismo nel linguaggio contemporaneo

Lorenzo Gasparrini analizza la lingua italiana per scovare, tra le pieghe del dizionario, i retaggi della società patriarcale che ha trasportato le proprie credenze nella lingua che si stava venendo a creare. Per ricordarci che cambiare le cose non è sempre facile, soprattutto se per farlo bisogna anche andare a toccare la lingua italiana.
Puoi trovare Non sono sessista ma a questo link!

 

Vera Gheno,
Femminili singolari. Il femminismo è nelle parole

Anche Vera Gheno pone l’accento sulla lingua italiana come retaggio di una società patriarcale, in cui i lavori che un tempo erano prettamente femminili hanno sia un nome maschile che uno femminile (maestro e maestra, sarto e sarta, impiegato e impiegata…) ma alcuni lavori, considerati prettamente maschili, non accettano il sostantivo declinato al femminile singolare (sindaco e sindaca, avvocato e avvocata…). Il tutto condito da un rimando ai commenti sotto i profili social della sociolinguista e dell’Accademia della Crusca.
Puoi trovare Femminili singolari a questo link!


0 commenti

Lascia un commento

Segnaposto per l'avatar

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *